Un rigido inverno economico e geopolitico attende Chişinău. [Analisi per Limes]

In Moldova si avvicina l’inverno. Per la piccola nazione rumenofona si apre un periodo delicato, segnato anzitutto dalla questione delle forniture energetiche minacciate dalla prevista cancellazione dei flussi di gas russo attraverso l’Ucraina.


Non è una faccenda solo nazionale. Benché priva di peso specifico in sé, la Moldova cattura l’attenzione delle grandi potenze in quanto zona grigia fra il blocco euroamericano e quello russo. Washington e Mosca sono poco propense a farsi carico dei problemi del paese, inefficiente e diplomaticamente ambiguo. Eppure, in assenza di una soluzione politicamente condivisa, le mancate forniture di gas potrebbero paralizzare sia la Bessarabia sia la filorussa Transn… Continua a leggere su Limesonline